Violento, Passionale, Istintivo
Il celebre dramma Shakespeariano, in un’audace versione guidata da Silvia Rabiti.
Sound di Alessandro Luchi

La storia di un uomo che troppo amò, con molta poca saggezza.
Un Amore deviato dall’inganno e dalla falsità, impigliato in una rete sottile e fragile, un’enorme rete di ragno, potente come l’illusione stessa.
Note di regia:
Un’arena chiusa, senza vie di fuga.
Nell’arena, le pedine del gioco, i personaggi.
Tutti, nessuno escluso, possono solo percorrere quella via inevitabile, quella Trama già scritta.
Con loro, la Trama stessa, lì a ricordare a ciascuno che il momento di compiere l’Azione è giunto.
Nell’arena, una mente in confusione, un fiume in piena di pensieri contrastanti, che corrono veloci e poi si calmano, per poi riprendere spediti. Un vortice di polvere che crea incertezza e instabilità. Una confusione intollerabile, da placare, con ogni mezzo possibile.
L’urgenza di una risoluzione immediata.
La deviazione del pensiero.
Una porta che si apre verso una possibile realtà parallela.
Una confusione sedata dalla creazione di una realtà alternativa, una nuova “verità”, poggiata su fondamenta false e fragili, rese solide dalla necessità di stabilità.
Una confusione intollerabile placata dalla menzogna …
Una menzogna che risiede e attende.
Una falsità che diviene verità. 


La classica commedia fiorentina in una versione brillante arricchita di audacia musicale con la colonna sonora di Frank Sinatra.

La più celebre delle commedie di Augusto Novelli, nella versione frizzante ed originale della regista Silvia Rabiti, con uno stile che richiama il mondo di celluloide e una colonna sonora affidata alle note di Frank Sinatra.
La scenografia richiama il negativo di una pellicola fotografica. Su sfondo nero si stagliano i mobili in legno crudo, chiarissimi, l’inizio dello spettacolo è segnato da un rewind dove gli attori “riavvolgono” le azioni per riportare la storia all’inizio e riproiettarla di fronte al pubblico.
E’ la storia di una tipica famiglia fiorentina: un amore dichiarato, un amore nascosto, fiducia mal riposta e piccoli sotterfugi. Spesso le cose non sono davvero come sembrano e le “acque chete” possono far crollare i ponti! Storie di una vita normale ed eccezionale al tempo stesso, una vita dove i cuori battono, a volte anche a passo di danza…